Il 72% degli investitori terrà Bitcoin anche se il prezzo scende a $0

Un nuovo sondaggio ha rilevato che il 72% degli investitori di bitcoin sono rialzisti riguardo alla cripto-valuta e la terranno anche se il prezzo scende in qualche modo a zero. Un totale di 22.635 voti sono stati raccolti per questo sondaggio.

La maggior parte degli investitori Bitcoin

La maggior parte degli investitori Bitcoin Hodl indipendentemente dal prezzo
L’utente di Twitter Plan B, noto per il suo modello di previsione del prezzo stock-to-flow, ha condotto un sondaggio su Twitter per stabilire quando gli investitori bitcoin venderanno il loro BTC se il prezzo non aumenterà. Il sondaggio si è concluso sabato e sono stati contati in totale 22.635 voti.

„Probabilmente siete rialzisti sul bitcoin, ma cosa succede se il prezzo del BTC non aumenta bruscamente nei prossimi anni? Quando venderai?“

Il piano B ha chiesto ai suoi seguaci. Tra gli intervistati, il 72,1% ha risposto che manterranno il loro BTC indipendentemente dal prezzo, cavalcandolo fino a $0 se necessario.

La prossima opzione più popolare è stata quella di vendere bitcoin quando il prezzo scende sotto i 6.000 dollari, che il 16,2% degli intervistati ha scelto. Nel frattempo, solo il 5,9% ha scelto di vendere quando il prezzo scende sotto i 3.000 dollari e il 5,8% ha scelto di vendere quando il prezzo scende sotto i 1.000 dollari.

„Sono super orgoglioso del fatto che il 72% dei miei seguaci siano degli hard core hodlers“, ha commentato il piano B. „Bitcoin va a più di un milione di dollari o a ‚zero‘ e noi lo cavalchiamo fino in fondo. Visione, convinzione e pazienza sono il nome del gioco. Anche se c’è solo l’1% di probabilità di 1 milione di dollari di BTC, ne vale la pena (l’argomento delle opzioni)“.

Alcune persone hanno offerto volontariamente le loro ragioni per accaparrarsi BTC, anche se il prezzo è in discesa. „Sono rialzista sul bitcoin. Ma anche se si avvicina allo zero, farò comunque hodl o comprerò di più, è un asset non correlato (hedge) per tutti i miei altri investimenti/capitale“, ha scritto un utente di Twitter. Un altro ha osservato che quando il bitcoin diventa „la riserva globale defacto non c’è motivo di vendere, ma solo di usare“.

Alcuni hanno sostenuto che è „altamente improbabile“

Alcuni hanno sostenuto che è „altamente improbabile“ che il prezzo del bitcoin non aumenti, mentre altri hanno detto che „compreranno il dip,“ raccogliendo BTC a basso costo se il prezzo si accumula. Al momento di questo scritto, il prezzo del bitcoin è di 12.251 dollari.

Il mese scorso, Peter Schiff ha condotto un sondaggio simile. „Per quanto tempo ancora il prezzo del bitcoin deve dire al di sotto dei 10.000 dollari prima di gettare la spugna e vendere? Schiff ha chiesto ai suoi seguaci. Su 28.168 voti totali, il 57,5% degli intervistati ha scelto „Me lo porto nella tomba“.

La fiducia degli investitori nel prezzo del bitcoin è cresciuta, come dimostrano altri due sondaggi del Piano B condotti, uno a luglio e l’altro ad agosto. In entrambi i sondaggi, il Piano B ha chiesto ai suoi seguaci cosa pensano che il prezzo del bitcoin raggiungerà prima di dicembre di quest’anno.

A luglio, il 43% degli intervistati riteneva che il prezzo sarebbe rimasto al di sotto dei 55.000 dollari, ma ad agosto solo il 30% pensava che fosse così. Una parte significativamente più ampia degli intervistati nel sondaggio di agosto ritiene che il prezzo del bitcoin raggiungerà i 288.000 dollari.

Nel frattempo, un numero crescente di investitori istituzionali sta acquistando bitcoin. La settimana scorsa la società Microstrategy, quotata al Nasdaq, ha annunciato di aver acquistato 250 milioni di dollari di bitcoin. Recentemente, l’ufficio statunitense del Comptroller of the Currency (OCC) ha chiarito che le banche nazionali e le associazioni federali di risparmio sono autorizzate a fornire servizi di custodia ai clienti.